Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Facebook Pixel [noscript]” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

Riepilogando, collocare la modalità relazionale borderline nella teoria del Sé, ossia nella funzione-Es o nella funzione-Personalità, ha un chiaro risvolto clinico. Se, ad esempio, il terapeuta dà la mano al paziente e questi subito la ritira dicendo di sentirsi imbarazzato, il primo intervento clinico sarà quello di verificare in quale funzione tale imbarazzo si collochi. Ciò significa chiedere al paziente se sente l’imbarazzo nella mano, nel corpo o è legato a dei pensieri («Non si fa», «Non è giusto» o simili). Differenziare la confusione collocandola nel corpo o nella narrazione è una premessa necessaria e insostituibile per il lavoro clinico successivo. La confusione che riguarda la funzione-Es richiede un intervento lungo e delicato, un lento processo di progressiva chiarificazione del grumo di sensazioni contraddittorie e scomposte che emergono assieme.
Per quanto concerne la collocazione nella teoria del ciclo di contatto, il terapeuta deve tener presente che il PBL inizia ogni esperienza nella Stimmung della confusione perché non ha strumenti semantici adeguati per decodificare e raccontare i vissuti propri e quelli degli altri. Dal suo sfondo (già confuso) i bisogni emergono inevitabilmente confusi. Man mano che si procede nel ciclo di contatto, invece di chiarirsi e aprirsi all’azione, il bisogno diventa ancora più confuso, per cui non potrà accadere – nella modalità relazionale borderline – un’esperienza di contatto.

Giovanni Salonia, La luna è fatta di Formaggio, Il Pozzo di Giacobbe, 2014, pp. 27-28.

Il numero 8 della Rivista GTK è disponibile online!

SCOPRI GTK8

You have Successfully Subscribed!

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano file di piccole dimensioni (cookie) sul dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente. I Cookie tecnici, per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione cookie statistici e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti e i cookie di profilazione. Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.
Cookies policy
Privacy policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.