Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Facebook Pixel [noscript]” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

Rivista versione cartacea € 38
Rivista versione ebook € 23

Simona Gargano

Rivista GTK n. 08

ABSTRACT

Nell’elaborato, dopo un breve inquadramento teorico del fenomeno traumatico e un accenno alle principali metodologie contemporanee sviluppate per la sua cura, si propone la Gestalt Therapy come possibile approccio d’elezione per il trattamento dei pazienti traumatizzati. In particolare, viene abbozzata una lettura del trauma psicologico a partire dai principali cardini teorici dell’impostazione gestaltica (Teoria del Contatto e Teoria del Sé). Nello specifico, per quanto riguarda la Teoria del Sé, si ipotizza che il trauma possa compromettere il funzionamento dell’Organismo soprattutto a partire dalla disfunzione che esso genera a livello della funzione-Personalità: incidendo negativamente sul senso di agency, e quindi sull’‘io posso’, infatti, il trauma andrebbe a riconfigurare lo sfondo dell’Organismo, influenzandone in modo profondo e pervasivo lo stile relazionale e riducendone drasticamente le potenzialità disponibili al confine di contatto.

After a brief theoretical framework of trauma and a mention of the main contemporary methodologies for its treatment, this paper suggests Gestalt Therapy as a possible approach to treat traumatised patients. In particular, an interpretation of the psychological trauma is given starting from the cardinal theoretical principles of the Gestalt structure (the Contact theory and the theory of Self). With regard to the theory of Self, the hypothesis is that trauma may compromise the Organism functionality, especially starting from the disfunction that trauma creates at the Personality-function level: having a negative impact on the sense of agency, and thus on the ‘I can’. As a matter of fact, trauma would reorganise the Organism’s background influencing, deeply and pervasively, its relational style and reducing drastically the potentialities available at the contact boundary.

Simona Gargano

Psicologa e psicoterapeuta, laureata in Psicologia Clinica (LM-51), presso l’Università degli Studi di Palermo, ha seguito un percorso formativo specifico in neuropsicologia. Formata in Psicoterapia della Gestalt presso l’Istituto di Gestalt Therapy hcc Kairos, sede di Ragusa, svolge attività clinica e di ricerca come libero professionista a Palermo, dove collabora anche con il Consultorio familiare “Cana”.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano file di piccole dimensioni (cookie) sul dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente. I Cookie tecnici, per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione cookie statistici e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti e i cookie di profilazione. Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.
Cookies policy
Privacy policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.