I sogni sono desideri”, ma non solo. Rappresentano un messaggio esistenziale che in terapia si rivela strumento di conoscenza per il paziente e per la propria crescita personale.

Indica la strada verso la pienezza e rappresenta l’occasione per prendere ciò che il paziente vuole e desidera. Attraverso una grammatica tutta particolare, una “grammatica emotiva” in cui il paziente cerca di andare verso parti di sé che non riesce a raggiungere. Il sogno, portato e drammatizzato in terapia, indica il “passo in più” che il paziente non riesce a fare, il messaggio di crescita di cui è portatore. Ma soprattutto, indica il momento del percorso terapeutico in cui il paziente si trova.
Per fare ciò al terapeuta servirà una mappa da tenere in mente in cui la strada da seguire è fatta di accoglienza, di uno spazio di rilassamento in cui raccontarsi e dove sentire le risonanze che il sogno produce. Il tutto attraverso una drammatizzazione che permette la scoperta e l’assimilazione del nuovo e del next verso cui tendere.


Dott.ssa Anita Giallongo
Discussione Tesi di Specializzazione sede di Ragusa – 19 Maggio 2017