Spesso i maschi – proprio perché non si saranno confrontati con la figura paterna – avranno la tendenza a trasgredire le regole (a cominciare dal non rispetto dell’orario di inizio e di fine) e le donne invece – devote alla figura paterna – le rispetteranno a tal punto da ignorare le loro spinte ad essere trasgressive. Come è ovvio, il terapeuta deve rimanere seduto sulla propria sedia terapeutica (funzione-Personalità) senza lasciarsi contagiare dal narcisismo («Sono bravo perché scelto da un paziente speciale»), sconvolgere dalla squalifica («Forse veramente sono meno bravo di lui» o «Ma come si permette?»), inquietare dalla seduzione («Come fa a capirmi meglio del mio partner?») e quant’altro. Se eviterà questi rischi, sarà capace di comprendere empaticamente la grande sofferenza del narcisista e potrà segare con leggerezza, fermezza e rispetto i confini senza appellarsi a regole superegoiche («Queste cose non sono permesse in terapia») e senza umiliare (trattando il paziente come un bambino capriccioso). Ogni prova che il terapeuta supererà (rimanendo nella posizione di chi si prende cura) servirà a far crescere implicitamente nel corpo del paziente la speranza di potersi finalmente fidare e affidare.

Giovanni Salonia, Pensieri su Gestalt Therapy e vissuti narcisistici, in G. Salonia,V. Conte, P. Argentino, Devo sapere subito se sono vivo. Saggi di psicopatologia gestaltica, Ed. Il pozzo di Giacobbe, pagg. 172



Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano file di piccole dimensioni (cookie) sul dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente. I Cookie tecnici, per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione cookie statistici e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti e i cookie di profilazione. Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore. <p><a href="https://www.gestaltherapy.it/cookies-policy/" target="_blank">Cookies policy</a></p> Privacy policy