Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Facebook Pixel [noscript]” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

Vuole iscriversi nuovamente al primo anno di psicologia. È come una situazione incompiuta. Penso che sia buono, ma nello stesso tempo è necessario sostenerlo. Lo scompenso psicotico che determinò il delirio strutturato del paziente fu una proiezione nel mondo non sostenuta (non poteva allontanarsi da sua madre, ma doveva farlo e si era iscritto al primo anno di università in una città lontana, in un collegio di preti, un rigido contenitore che lo invase; i preti diventarono, infatti, i persecutori del suo delirio).
– Mi sono iscritto a Palermo, non so se potrò più venire.
– Penso che dovrà venire, perché è necessario un sostegno.
– Sì, vero, ma se devo frequentare?
– Potrà venire anche una volta ogni quindici giorni.
– Benissimo – il suo viso si rilassa, non gli sto impedendo di andare e non lo sto cacciando via.

Valeria Conte, Il lavoro con un paziente seriamente disturbato: l’evoluzione di una relazione terapeutica in G. Salonia,V. Conte, P. Argentino, Devo sapere subito se sono vivo. Saggi di psicopatologia gestaltica, Ed. Il pozzo di Giacobbe, pag. 104



Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano file di piccole dimensioni (cookie) sul dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente. I Cookie tecnici, per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione cookie statistici e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti e i cookie di profilazione. Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.
Cookies policy
Privacy policy