Il disturbo della funzione-Es del Sé influenza tutte le altre funzioni del Sé, le quali risultano – di conseguenza – compromesse. Per esempio, la funzione-Personalità del Sé (assimilazione di ciò che sono diventato), nel paziente grave è fortemente disturbata dalle tante esperienze incompiute, che sottraggono energie alle possibilità del presente impedendo la crescita. Non è raro percepire atteggiamenti e modalità infantili in pazienti adulti, che usano parole da piccoli e si comportano come se il tempo si fosse fermato. «Mia madre mi dice che non devo rivolgermi a nessuno, la gente è cattiva e io non mi so difendere». Anche la funzione-Io del Sé – sapere cosa si vuole e cosa non si vuole – viene alienata nelle sue innumerevoli funzioni: «Non so se posso venire alla gita del Centro, chiamo mia madre… Se decido io, lei si arrabbia». Decidere ciò che gli piace o no, discriminare cosa appartiene a lui e cosa all’ambiente, per un paziente grave, non è affatto scontato.

Valeria Conte, La Gestalt Therapy e i pazienti gravi in G. Salonia, V. Conte, P. Argentino, Devo sapere subito se sono vivo. Saggi di psicopatologia gestaltica, Ed. Il pozzo di Giacobbe, pagg. 78