Solo abitando possiamo disporre anche del nostro corpo […]. Il nostro essere corpo significa da una parte mantenerlo, essere padrone di noi stessi, e dall’altra parte mantenerci sulla terra, cioè nell’altro e solo questa dipendenza fa la felicità di noi che ne godiamo.


Giovanna Giordano, La casa vissuta. Percorsi e dinamiche dell’abitare. Milano: Giuffrè Editore, 1997, p.131).