Dal modello euristico e clinico della GT sul lavoro terapeutico con le famiglie, si ha una rielaborazione della teoria del Sé-famiglia, come chiave di lettura del disagio personale e familiare che nasce proprio da uno sfondo triadico e da cui se ne declina una specificità genitoriale, partendo dalla funzione-Personalità. È necessario evidenziare che tale prospettiva triangolare dell’esperienza genitoriale si concentra sui vissuti relazionali, attivati dai corpi di ogni membro della famiglia in relazione tra loro, ove la qualità dell’essere-genitori-con influenza e determina la qualità dell’essere-genitori di. Nell’ambito di tale prospettiva relazionale triangolare, insita nella GT, è pertanto la relazione tra i partner cogenitoriali a svolgere una funzione normativa del rapporto madre figlio e padre-figlio: l’essere orientati alla presenza dell’altro, in quanto partner genitoriale, è la conditio sine qua non di un triangolo affettivo funzionale e creativo.

Daniela Lipari e Aluette Merenda, Coparenting nelle nuove figure familiari: orizzonti teorici e percorsi di osservazione in gestalt therapy, in GTK 4, Rivista di Psicoterapia, Dicembre 2013, pp. 119

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano file di piccole dimensioni (cookie) sul dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente. I Cookie tecnici, per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione cookie statistici e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti e i cookie di profilazione. Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore. <p><a href="https://www.gestaltherapy.it/cookies-policy/" target="_blank">Cookies policy</a></p> Privacy policy