Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Facebook Pixel [noscript]” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

“Il passato mi tormenta 
Il presente mi incatena 
Il futuro mi spaventa” 

Sono le parole che Giuseppe in tono concitato mi riferisce alla mia proposta di “dimissione” dalla comunità terapeutica. I suoi occhi riflettono un terrore catastrofico, che gli trasfigura il viso, come se tutta la lava dell’Etna gli piombasse addosso. “Chi ha più paura – mi chiedo guardandolo – il cosiddetto “folle” nei confronti della società, o la società versus la follia?”. Ed è in questo terreno di lotta che si gioca l’integrazione sociale. 
Ogni “approdo” è una grande festa in comunità e porta con sé, nella forza vitale delle radici di madre terra e nella nostalgia del mare ampio ed infinito, lo splendore dell’esistere come essere unico e differenziato in relazione agli altri. 
Paola Argentino

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano file di piccole dimensioni (cookie) sul dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente. I Cookie tecnici, per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione cookie statistici e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti e i cookie di profilazione. Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.
Cookies policy
Privacy policy